Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

HOMEPAGE SEZIONE DIRETTIVO  COMUNICAZIONI CONVENZIONI - PROPOSTE INIZIATIVE - EVENTI EVENTI PASSATI 2015-2014 EVENTI PASSATI 2013-2012 EVENTI PASSATI 2011-2010 EVENTO PREFETTURA I NOSTRI RACCONTI RACCONTI PUBBLICATI I NOSTRI VIDEO VIDEO STORICI FOTO SOCI - RICONOSCETEVI MERCATINO SOCI CONTATTI 

INIZIATIVE - EVENTI

IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA SEZIONE A.A. dI FROSINOONEIN VISITA AL MUSEO PREISTORICO DI POFI

Il giorno 5 Dicembre, su invito del Maresciallo De Nardis, Assessore al Comune di Pofi, tutto il C.D. si è recato in visita all’antichissima cittadina. Accolti dal De Nardis, i nostri “Consiglieri Azzurri”, sotto l’attenta guida del Presidente M.llo Rocco Rizzo, dopo una breve visita alla sede comunale, sono stati accompagnati, per una tour guidato, al Museo Preistorico della città.Accolti dal Direttore del Museo, Prof. Bittiddu, i visitatori hanno avuto, così, l’opportunità di visitare l’importante struttura del museo tra le più rilevanti del Lazio e prendere contatto con quel mondo che dista, da noi, circa 800mila anni. Entrare in contatto con il “cranio dell’Uomo di Ceprano", noto anche come ARGIL, molto più anziano della somma degli anni dei nostri “Consiglieri”, ha sicuramente impressionato i nostri visitatori: circa 800.000 anni, infatti, separano il Presidente Emerito, M.llo Enrico Giovacchini, dall’uomo di Ceprano”.Molto interessante e coinvolgente la spiegazione tenuta dal Prof. Bitiddu che, con parole semplici, ha saputo illustrare ai nostri Consiglieri l’affascinante storia sull’arrivo dell’uomo nel Lazio meridionale risalente a più di un milione di anni fa. L’interessante visita, durata circa due ore, è terminata presso un caratteristico ristorante della cittadina, situato all’interno di un’antica torre mediovale. Prima del brindisi finale il Presidente Emerito, M.llo Enrico Giovacchini, ha donato all’Assessore, M.llo De Nardis, in nome della nostra Sezione A.A., uno dei libri da lui scritti. (Redazioone web)

Cranio "uomo di Ceprano"

NEW

IN GITA A CIVITA DI BAGNOREGIO CON LA SEZIONE ARMA AERONAUTICA DI FROSINONE

L'allegra e "coraggiosa comitiva", dopo aver consumato un caratteristico pranzo con pietanze prettamente locali, rifocillati... e riposati, è ripartita alla volta di " Villa Lande Della Rovere", seconda tappa prevista dal programma. Purtroppo il perdurare del cattivo tempo non ha permesso questa seconda visita e, anche se a malincuore, i gitanti hanno ripreso la via del ritorno per Frosinone sotto una pioggia battente. Comunque, anche con la pioggia, i soci hanno trascorso una giornata emozionante e ricca di avvenimenti.M.llo Rizzo Rocco

Nelle immagini:Veduta di Civita.L'allegra Brigata in gitaA dx: La Signora RIZZO, imperterrita, affronta "l'ardua salita" conducendo, con agilità, il gruppo dei soci.

Un discreto numero di Socie e Soci (34 partecipanti) della Sezione Arma Aeronautica di Frosinone, sotto l'attenta guida del Presidente M.llo Rizzo Rocco, hanno preso parte all'interessante gita a Civita di Bagnoregio programmata per Domenica 24 aprile 2016.Nonostante il cattivo tempo, la comitiva, ben affiatata, ha preso il volo da Frosinone alle 07.00 in punto raggiungendo, dopo tre ore di viaggio, l'interessante meta. Ad attendere i gitanti a Civita c’era la Dott.ssa Silvia Paggi, guida turistica del luogo. Fortunatamente la pioggia, che per tutto il tragitto aveva imperversato senza pietà, aveva finalmente esaurito la sua dispettosa presenza. Spettacolari la vista di Civita e il panorama circostante ma, ancora più spettacolare, l'unica strada che collega il piazzale di parcheggio all'interessante cittadina: un ponte lungo circa 700 metri da percorrere solo a piedi e tutto in salita! La "carovana" dei Soci, affatto scoraggiati dall'irto percorso, si è incamminata inizialmente con passo veloce fino a rallentare e, più di qualcuno anche a fermarsi, negli ultimi duecento metri di salita, per riprendere fiato. Il gruppo, anche se ansimante, è riuscito, comunque, a raggiungere "Porta di Santa Maria", "gate" dell'antico Borgo di Civita che, arroccato prevalentemente su rocce di tufo, è purtroppo esposto a continue erosioni che rischiano di comprometterne l'integrità. Civita, infatti, pur facendo parte dei Borghi più Belli d’Italia, è tristemente famosa per essere denominata "La Città che muore". La rilassante passeggiata all'interno dei vicoli della cittadina, sapientemente illustrati dalla Guida Dottoressa Silvia, ha attenuato completamente le fatiche della salita.Il rientro al parcheggio, tutto in discesa, era accompagnato da un'iniziale pioggerellina che, dopo un po’, diveniva sempre più insistente. A mezzogiorno in punto i gitanti, un po’ stanchi e anche infastiditi dalla pioggia, risalivano sul pullman per raggiungere il ristorante dell’agriturismo "Tenuta di Campolungo".

Era il 10 Novembre 1936, quando un aereo S.81 della Regia Aeronautica precipitava (per una presunta avaria) sulla cittadina di Roccagorga (LT) causando la morte dell’equipaggio di volo e di molti civili. Oggi, ad ottant’anni dal terribile disastro, la città di Roccagorga ha voluto ricordare il triste evento con una cerimonia emozionante e suggestiva. Il tutto sotto la sapiente regia del Presidente della locale Sezione A.A. S.ten Centra Giuseppe coadiuvato dai suoi Soci. Erano presenti, oltre al rappresentante del Sindaco, il Presidente dell'Associazione A.A. Nazionale, Gen. Sciandra, il Presidente Regionale e diversi Presidenti delle Sezioni A.A. del Lazio con i loro labari. Naturalmente non poteva mancare una rappresentanza della nostra Sezione di Frosinone che, capitanata dal Presidente, M.llo Rizzo Rocco, ha voluto, come ogni anno, testimoniare la propria solidarietà. Hanno fatto le cose per bene gli amici di Roccagorga coinvolgendo l'intervento della fanfara dell’Aeronautica Militare per l'apertura del corteo. Con il rito religioso, la deposizione della "Corona di Alloro" presso il luogo dell’incidente, la benedizione dell’Ordinariato Militare e la musica della fanfara, si è conclusa la toccante cerimoniala alla presenza dei tanti studenti e dell'intera cittadinanza.Rizzo Rocco

Clicca la foto per ingrandire

ROCCAGORGA Medaglia di Bronzo al Merito Civile

LA SEZIONE A.A. DI FROSINONE PARTECIPA ALL'80° ANNIVERSARIO INCIDENTE AVIATORIO A ROCCAGORGA

PROF. BITTIDDU"

"L'ANTICO" CONSIGLIO DIRETTIVO